Il Nostro Metodo

Uno strumento per imparare ad essere più autentici ed efficaci.  

Go Boom

Dietro un’impresa di successo ci sono delle persone di successo, capaci cioè di sintonizzarsi sulle frequenze di potenziali clienti e investitori, così come di coordinarsi negli intenti e negli obiettivi.
Le tecniche di comunicazione prese in prestito dall’esperienza ventennale della radio e della pubblicità, la ricerca dell’eleganza donata da anni di doppiaggio e di teatro si traducono in empatia e complicità, elementi fondamentali per il successo.

GO BOOM propone una formazione in modalità individuale orientata al miglioramento delle capacità espressive e comunicative. Lontani da lezioni cattedratiche o metodologie teoriche, GO BOOM propone un workshop con tecniche, esercizi pratici e role-play nell’ottica di un learning by doing;  partendo dalla riscoperta del sé attraverso un lavoro mirato sul corpo e sul flusso emotivo e poi davanti al leggio,in sala di doppiaggio, in uno studio di incisione e l’emozione della radio.

Ogni partecipante farà esperienza sulle tecniche migliori per presentare un progetto o affrontare uno speech in pubblico, affinerà la sua comunicazione interpersonale quotidiana. Un lavoro sulla persona e sul suo bagaglio esperienziale per garantire la realizzazione dei suoi sogni e dei suoi bisogni: uno strumento per imparare ad essere più autentici ed efficaci.
 
   

SCOPRI chi siamo

Guarda il video

 


 
 

Il Nostro Metodo Raccontato Attraverso gli Esercizi

In Go Boom la pratica, insieme al docente, ai trainers e ai colleghi, precede la teoria.
Fin dai primi minuti di lezione siamo immersi in un’esperienza concreta e dinamica.
Già dai primi istanti, attraverso l’ascolto attento di ogni singolo partecipante, si percepiscono personalità, blocchi, zone comfort, capacità comunicative, obiettivi e ruolo all’interno del gruppo.
Entriamo nel vivo del nostro percorso. Riscopriamo il centro del nostro essere, riempiamo cervello, muscoli e tutto il corpo di ossigeno, ascoltiamo il battito del nostro cuore, ci sintonizziamo con il nostro ritmo primordiale. Impariamo ad ascoltarci utilizzando il diaframma: una buona respirazione contribuisce a rilassare la mente, allentare la tensione, abbassare i livelli di stress, mantenere una postura più corretta e acquisire maggior sicurezza e controllo.
Siamo fermamente convinti che ognuno di noi abbia la capacità di modificare il proprio percorso e di raggiungere qualsiasi obiettivo. Per fare in modo che questo avvenga, dobbiamo abbandonare le zavorre e “accettare” una volta per tutte determinati fattori (sociali, affettivi, costrittivi) e lasciarli andare.
La società ci impone doveri soffocanti e ci “inscatola” continuamente in modo da standardizzare i nostri comportamenti. Quando saremo davvero liberi e consapevoli?.
Confondiamo troppo spesso le parole “spero”, “devo”, “posso”. Ogni parola ha un’energia ben precisa e può diventare leva o blocco delle nostre azioni. Impariamo a dire “VOGLIO”. Impariamo ad agire.
Gli esercizi di articolazione, di fonazione, di meccanica, gli scioglilingua. Scaldiamo il motore della nostra macchina comunicativa più potente: LA VOCE!
Qual è il mio spazio nel mondo? Come vedo gli altri? Come mi vedono? L’interazione e l’ascolto attraverso il corpo.
Esercizi che ci permettono di fidarci del team, di rilassarci, di sentirci parte di una squadra, di lavorare con fiducia e determinazione per il raggiungimento degli obiettivi.
Ci lasciamo coccolare dal gruppo, apprezziamo il contatto fisico, ascoltiamo le parole di incoraggiamento, ci fidiamo. Impariamo a riconoscere e rafforzare i nostri punti di forza.
Allo specchio, guardandoci fissi negli occhi, entriamo in uno stato di regressione, che ci permette di parlare al nostro bimbo interiore. Sulle montagne russe delle emozioni, rispolveriamo ricordi sepolti e ci facciamo consigliare dal nostro bimbo il modo più genuino di giocare con la vita.
Alla scoperta dei colori della voce. Sorprendiamoci di quante voci abbiamo e di quante ne possiamo utilizzare. Come l’abito giusto per ogni occasione, anche la nostra voce può diventare elegante, casual, autoritaria, divertente, ma soprattutto essere empatica, sintonizzandoci col nostro interlocutore per una comunicazione mirata ed efficace.
Una comunissima sedia da saltare può simulare l’ostacolo più grande della nostra vita. Insieme possiamo superarlo.
Ci capita di sentirci bloccati, come immersi dalla testa ai piedi in una sostanza budinosa. I più si arrendono a questo stato di inibizione, noi ci alleneremo a cercare i movimenti adatti per uscire dall’apatia e da situazioni stringenti.
Spicchiamo il volo sui nostri traguardi.
Imitando i gesti del nostro interlocutore, affiliamo la tecnica per migliorare l’empatia e sintonizzarci con lui.
Inventiamo storie in gruppo. Ognuno di noi è voce di una singola voce comune, la voce della squadra. L’arte dell’ascolto, la tecnica della concentrazione, l’abilità dell’improvvisazione.
Il teatro ci viene in aiuto. Interpretiamo gli animali più comuni e quelli meno conosciuti cercando di imitarne movenze, suoni, caratteristiche e carattere. Esercitiamo il nostro spirito di osservazione.
Ci esibiamo con orgoglio e senza giudizio sul grande palcoscenico della vita.
Sono vivo. Sono felice di esserlo.
Trasformiamo la rabbia in energia positiva e propositiva: la rabbia come propulsore per il raggiungimento dei nostri traguardi.
E’ il sistema in assoluto più efficace per eliminare qualsiasi traccia della nostra provenienza geografica. Una comunicazione efficace non può prescindere da una buona dizione. Si daranno letteralmente i numeri, ma per arrivare alla pronuncia perfetta di ogni singola parola.
La causa maggiore di disagio e timore nel parlare in pubblico è da addebitarsi alla scarsa conoscenza dei diversi accenti, o le tanto temute vocali aperte o chiuse. Sarà un gioco da ragazzi superare brillantemente anche questo noioso e comune ostacolo.
Le relazioni sociali e lavorative hanno un cardine su cui girano, si chiama Empatia. L’accettazione, la stima, la complicità e i rapporti di fiducia si basano su questo “semplice” concetto. Un lavoro di gruppo sulla Lettura Alternata esalterà le abilità individuali su come porsi, proporsi o imporsi, e mostrerà punti meno forti su cui invece intervenire.
Un bravo barzellettiere è anche un bravo comunicatore. Conquistarsi l’attenzione dell’uditorio è una magia che riesce solo se si scende in campo attivando i giusti schemi mentali provati in allenamento … i riflettori sono sempre accesi. Ci sarà da ridere.
Le dinamiche comunicative che affrontiamo ogni giorno sono identiche a quelle che uno speaker, in radio, affronta quotidianamente con i suoi ascoltatori o con quelli da conquistare. L’Attenzione, la Chiarezza, la Velocità, sono tutte caratteristiche fondamentali per “ARRIVARE”.
Faremo Radio con la certezza di essere Ascoltati.
 
 
 
Parlare o comunicare? Per parlare non occorre nessuna strategia, serve a poco. Comunicare invece prevede un obiettivo e, soprattutto, un percorso ben chiaro da seguire. Il sommerso, vale a dire i nostri concetti, hanno bisogno di essere ordinati in uno schema per venire alla luce, altrimenti rimarranno intrappolati. L’iceberg verrà in nostro aiuto.
Il bello di essere Ascoltati, Seguiti, Apprezzati.
Anche la canzone più bella o il film più emozionante risulterebbe sgradevole se il volume non fosse adeguato, o se le immagini non fossero nitide. Che piaccia o no, “l’occhio” vuole la sua parte. Lavorare sull’eleganza delle parole e sulla giusta emissione vocale farà di noi degli attori protagonisti.
Una voce stonata all’interno del coro suo malgrado si fa notare.
Quando il “Coro” è il team di lavoro, quando il coro sono i collaboratori o i vostri selezionatori, allora il problema è davvero importante.
Trasmettere emozioni, coinvolgere emotivamente chi vi sta accanto, entrare in sintonia come si fosse una nota sola, è di vitale importanza. Accordarsi è un ulteriore passo per una perfetta sinfonia.

 
 
 

Clienti Felici

In un’ora abbiamo investito molto più tempo a lavorare su di NOI che in un anno intero, GRAZIE!.
Grazie a Beppe, Francesco e a Go boom, per il lavoro svolto con i ragazzi.
In pochissimo tempo hanno capito le nostre esigenze rendendo i nostri eventi davvero unici".
Go Boom! Professionisti al tuo servizio!Grazie GO BOOM!"
Go Boom,squadra dotata di una grandissima Professionalità
La comunicazione è ancora più importante, anzi, fondamentale se può servire ad aiutare il prossimo. Grazie Beppe. Grazie Go Boom.
Gruppo di lavoro
Dott.ssa Donatella Tomaiuoli
Akiko Gonda
Giuseppe Iannotti
Rita Minocchia Liuzzi
Dott. Pasquale Elia